piastra per capelli messa in piega

Le migliori piastre per capelli

Sia che amiate i capelli liscissimi, sia che li vogliate lievemente mossi, la piastra per capelli non può mancare nel vostro beauty case: per poter effettuare correttamente la messa in piega in casa propria, e fare qualche ritocco veloce prima di un appuntamento importante, è davvero indispensabile. Come fare, però, a districare capelli e idee in questo panorama costellato da così tante proposte e soluzioni, dei brand più noti?

L’importanza, lo sappiamo bene, di curare con attenzione i nostri capelli, inizia dalla base: la migliore piastra per capelli per noi e per il nostro benessere è quella che non soltanto ci fa apparire in ordine e con un’acconciatura perfetta, ma che può garantirci anche una sicurezza per la salute dei nostri capelli.

Sappiamo bene che le alte temperature possono costituire un problema, a lungo andare: stressando i capelli, un tempo, il consiglio dei parrucchieri, era di evitare l’uso di piastre e ferri caldi. Oggi, grazie ai vari trattamenti termo-protettivi da utilizzare sui capelli, da umidi o asciutti, le piastre per capelli non solo avranno modo di scivolare più velocemente e fluidamente, ma i capelli saranno al sicuro da stress e bruciature.

Un dato da non sottovalutare è la temperatura: non tutti i tipi di capelli devono essere trattati allo stesso modo, i capelli crespi e spessi, per esempio, possono affrontare trattamenti più intensi, quelli più sottili, invece, necessitano di maggiori riguardi.

La migliore piastra per tutti i tipi di capelli è quella che consente di regolare la temperatura in pochi semplici passi: poniamo il caso che in un nucleo familiare vi siano due persone con due differenti necessità e tipologie di capelli differenti. Avere a disposizione una buona piastra per capelli che consenta di impostare la temperatura sui 230 ° C, per lisciare capelli molto ricci, o tenersi su temperature molto più basse per capelli già lisci, ma un po’ sciupati, è la soluzione ideale.

Le migliori piastre per capelli, sicuramente, sono quelle rivestite in ceramica: si tratta di un materiale che favorisce una piastratura molto fluida e molto delicata. Combinata, poi, al trattamento agli ioni, che molte case produttrici offrono, consente di riportare l’idratazione del capello a un livello naturale ed ottimizzato. Esistono, poi, in commercio le nuove piastre alla keratina: in questo modo non solo andremo ad abbellire e a lisciare (o smuovere) la nostra chioma, ma tratteremo in maniera rigenerante i capelli dalle radici alle punte.

È importate tenere sempre a mente che i capelli, al passaggio della piastra, dovranno sempre essere perfettamente asciutti: anche la migliore piastra per capelli, nel caso in cui non si asciugasse la chioma col phon, potrebbe rischiare di rovinarli. Piastrando, infatti, ciocche umide, si rischia di “cuocere”, letteralmente” il capello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *