Un rasoio elettrico per tutte le tasche

Se pensiamo che il rasoio elettrico, una decina di anni fa, era un elettrodomestico di élite, mentre oggi, con pochi euro, riusciamo ad accaparrarci il top, risulta chiaro quanto sia estremamente consigliabile abbandonare i metodi obsoleti, dolorosi e lentissimi che includano lametta, pennello e schiuma da barba.

Oggi, in commercio, esistono molte tipologie di rasoi elettrici pensati per tutte le tasche: si passa da una schiera di modelli basilari, i cosiddetti entry level, caratterizzati da prezzi molto abbordabili, per arrivare a vere e proprie macchine del futuro, tra display, lame autoaffilanti e funzione Wet & Dry.

Prima di scegliere a quale rasoio elettrico affidare la cura della propria barba, occorre pensare a quale supponiamo possa essere la tipologia più adatta alla nostra pelle e alle nostre esigenze: rasoio a testine o rasoio a lamine? La prima tipologia di rasoio elettrico è caratterizzata dalla presenza di tre lame rotanti, coperte da lamine bucherellate: i peli, entrandovi, vengono recisi di netto, senza il rischio di procurarsi tagli o di sbagliare a rifinire i propri baffi. I rasoi a lamine, invece, sono costituiti da una o più lame ferme, vibranti, con una lamina, anche in questo caso, bucherellata nella quale vengono intrappolati i peli da recidere: con questa tipologia di rasoio elettrico, la rasatura risulta molto veloce ed efficace, ma un po’ meno accurata rispetto a quella che potremmo ottenere con un rasoio a testine.

Solitamente di entrambe le tipologie di rasoi elettrici si trovano modelli abbordabili, in termini economici, e più dispendiosi: quel che fa alzare il prezzo, infatti, sta nelle funzionalità comprese. Per esempio, se ci accontentiamo di un rasoio elettrico (magari con regolabarba annesso) alimentato a cavo, non Wet & Dry e semplice da ogni punto di vista, potremo spendere un massimo di 100 euro. Viceversa, salendo di “categoria” e scegliendo un modello più completa, si potranno sfiorare anche i 200 euro.

Per prima cosa è importante focalizzarsi sulle proprie necessità: “Al mattino mi sveglio presto, o aspetto che manchino cinque minuti al treno, prima di alzarmi?” la risposta a questa domanda è essenziale. Nel primo caso, un classico rasoio elettrico alimentato a rete sarà comunque sempre sufficiente: con tutta la calma e la tranquillità del mondo, basterà inserire la spina nella presa dell’elettricità, e iniziare a radersi lentamente. Nel secondo caso, qualora foste ritardatari cronici, diventa abbastanza importante optare per un modello, ad esempio Wet & Dry: in questo caso, infatti, sarete in grado di utilizzare il rasoio elettrico sotto la doccia, portando a termine due compiti in un solo momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *